Home>Blog>Cultura>Il centro culturale ritorna nella vita sociale di Canelli: il teatro Balbo
Cultura

Il centro culturale ritorna nella vita sociale di Canelli: il teatro Balbo

Canelli ha di nuovo il suo teatro. “Il Balbo” ha riaperto, con la sua lunga storia: prima cinema teatro frequentatissimo, chiuso dopo l’alluvione gravissima che lo devastò nel ’94, poi riaperto e funzionante, poi nuovamente inattivo per quattro anni.

La gente non ha mai accettato la sua chiusura, in quanto la viveva come una mancanza sociale grave per una cittadina. Quando un teatro chiude, chiude anche il suo centro culturale, il luogo dove fantasia e persone si ritrovano. Molte energie sono state spese per la sua riapertura. Il comitato Su il Sipario ha agito sul territorio e raccolto le firme, mettendo in collegamento le istituzioni e la proprietà, esprimendo una grande volontà cittadina. Le aziende di Canelli sponsor insieme alla fondazione CrAsti hanno completato l’opera con il gruppo Teatro degli Acerbi che si muoverà per utilizzare questo spazio culturale per una magnifica stagione teatrale in autunno e la scuola di teatro.

Per il momento saranno le scuole di Canelli che utilizzeranno il palco per lo spettacolo della manifestazione “Crearleggendo”, domenica 19 maggio alle 21 inoltre è prevista la proiezione del film “Pina” di Wim Wenders.

La conferenza stampa si è svolta venerdì 10 maggio nella sala teatro gremita di persone: ha iniziato lo spettacolo la cantante musicista Simona Colonna ed hanno proseguito gli Acerbi ciascuno con un pezzo tutto dedicato al teatro. Frasi e piccoli aneddoti hanno ridato vita al palcoscenico mettendo la platea nella giusta situazione di voler vedere ancora molto come è giusto che accada dopo una faticosa riconquista, si può apprezzare il valore di ciò che si è avuto, perduto e ripreso.

Hanno parlato i rappresentanti del gruppo Teatrale degli Acerbi che avranno la gestione del Teatro, il sindaco Gabusi che ha citato la proprietà per il suo fondamentale lavoro di ripristino e messa a disposizione del locale, alcuni importanti sponsor tra cui Arol e Bosca SPA, il rappresentante della fondazione crAt che sosterrà le prossime iniziative e il comitato Su il Sipario con grande soddisfazione di tutti.

Bentornato Teatro Balbo.

A Canelli la cultura si sta muovendo velocemente: per due settimane  fino al 26 maggio sarà visibile la mostra elegantemente allestita del pittore Giovanni Quaglia dal titolo “Natura Morta Spirito Vivo” presso il salone delle Stelle del Comune.

La buona comunicazione:
è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di blogger che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore)
Info: www.coemm.org e https://www.facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage

YouTube: http://youtube.com/channel/UCPeEGg5tKdoyOPK–mGE5Yg

 

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *