Home>Blog>Politica>IL CAMBIAMENTO
Politica

IL CAMBIAMENTO

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile.

(San Francesco d’Assisi)

 

Se vogliamo che le cose cambino, dobbiamo farlo noi per primi……”

Quante volte questo pensiero ci ha sfiorato la mente, ma quante volte lo abbiamo bypassato?

Per cambiare, soprattutto per attuare un cambiamento, che ci vede protagonisti in un progetto di grande portata come il Progetto Coemm, sicuramente comporta maturità e serietà, indipendentemente da chi continua a mettere i bastoni fra le ruote, ovviamente, altrimenti quale sarebbe la grandezza e la portata di questo progetto se non ci fossero ostacoli a non finire?

Il punto essenziale è che gli ostacoli rimangano fuori dalla nostra mente e dal nostro cuore.

Se ci lasciamo condizionare, come spesso accade, da coloro che insistono nel proclamare l’autore di questo progetto come un manipolatore, truffatore, un possibile dittatore…..beh…. chi lo pensa può liberamente cambiare rotta, ma restare a guardare forse sperando così di essere partecipe dei frutti, questo è un atteggiamento ipocrita e poco serio!

So che queste mie affermazioni comporteranno delle reazioni, ma personalmente preferisco chiarezza anche da parte mia che credo al progetto, ed esprimerò alcuni pensieri in questo articolo, pensieri che per me sono essenziali per un cambiamento serio, non volubile, stabile e comunque in continua crescita.

Se non rischi…in realtà metti tutto a rischio.
  (Jimmy Vee)

Verissimo!!! Continuare a rimanere alla finestra a guardare come altri coltivano i campi ed uscirne solo quando si tratta di raccoglierne i frutti, non solo non è leale, ma è decisamente scorretto!!


Se lo spirito di una persona è questo, non mi meraviglia allora la sua reazione quando si tratta di partire all’attacco nei confronti di Maurizio Sarlo e il Progetto.

Questa persona sta mettendo a rischio tutto, e questo mettere a rischio riguarda anche la sua persona.

Non falliscono le persone che provano a cambiare e non ci riescono, ma quelle che si lamentano sempre senza provare.   (Robysjack)

Provare a cambiare è necessario se vogliamo veramente migliorare noi stessi e la vita stessa.
Parlando di votazioni, il Partito Valore Umano ha adottato i punti del Progetto Coemm, proprio per dare la possibilità a questi punti di cambiare la storia dell’Italia che fino ad oggi ha continuato a farci vivere situazioni drammatiche che, invece di migliorare, continuano a degenerare.
Per chi mi dice che sono io ad avere due fette spesse di salame sugli occhi perché appoggio il Progetto Coemm, io dico che è giunto i momento di cambiare, e di non continuare a ripetere gli stessi errori.
Se appoggiare Maurizio Sarlo e il suo Progetto fa paura, ognuno può cambiare rotta, ma se veramente si è decisi di voler cambiare le cose, allora è giunto il momento di mettersi allo scoperto, e di immergersi in questo cambiamento in atto.

Cercare di cambiare le abitudini delle persone e il loro modo di pensare è come scrivere nella neve durante una tormenta.
Ogni 20 minuti dovete ricominciare tutto da capo.
Solo con una ripetizione costante riuscirete a creare il cambiamento.
(Donald L. Dewar)

Maurizio continua a ripetere, perché ha capito che la ripetizione è l’unico sistema per far sì che, a poco a poco, le cose si inizino a capire.
Non è facile avere a che fare con persone che fino ad oggi sono vissute nell’oblio, ma soprattutto non è facile avere a che fare con i seguaci del sistema corrotto e malsano che ci comanda.
Ogni mezzo viene usato per fare in modo che le “proprie pecore” non fuggano dal recinto, perché è questa la paura che il sistema vive e per questo reagisce, ovviamente, in modo sleale e corrotto….come ben si vede regolarmente!

Chi rifiuta il cambiamento è un vero e proprio architetto della decadenza e del disfacimento. La sola istituzione umana che può rigettare il cambiamento è il cimitero.
(Harold Wilson)

Questa è una frase piuttosto dura ma reale. Come può una persona che continua a girare attorno alle abitudini che le sono state insegnate a sentirsi viva…….Una persona viva è una persona che sta vivendo la novità nella sua vita, e la novità è cambiamento…. Non è facile ma non è impossibile…anzi!
Se continuiamo a limitare le nostre scelte in scelte costruite ad arte da chi ci comanda, non riusciremo mai a capire il senso della vita.
Abbiamo in mano una grande possibilità di cambiamento, e questa possibilità ci viene offerta dal Progetto Coemm, e ci viene offerta dal PVU che porterà in politica, appena gliene daremo l’opportunità, i punti del Progetto Coemm….PARTITO VALORE UMANO

Cosa c’è di strano in questo? Come pensate sia possibile cambiare le leggi che ci stanno portando alla deriva se i punti del Progetto non possono essere inseriti in un contesto, in questo caso politico, per modificare le leggi che non vanno bene e dare la possibilità di migliorare la sorte di questo Paese?

La sola istituzione umana che può rigettare il cambiamento è il cimitero……già….ma siamo vivi o siamo morti? (argomento per riflettere)

Le due principali regole che stanno alla base della vita stessa sono:
1. Il cambiamento è inevitabile.
2. Tutti cercano di resistere al cambiamento.
(Deming William Edwards)

Ecco la risposta: il cambiamento è inevitabile….ma tutti (quasi) cercano di resistere al cambiamento…..
Non vi sembra un controsenso? Non vi sembra assurdo desiderare una vita migliore e fare di tutto per impedirlo perché quando si presenta l’opportunità di poterlo attuare non vogliamo crederci? Non vogliamo esporci? Abbiamo tante scuse per non mettere in atto il cambiamento?

“Si fa così da anni” è la confessione che il sistema non funziona.
(Deming William Edwards)
L’abitudine è nemica del cambiamento, e uscirne è un po’ come morire…..
La consapevolezza che siamo noi gli artefici del cambiamento, dovrebbe darci quella spinta in più per attuarlo, un po’ alla volta, ma costantemente e senza paura. Tutto è possibile, se veramente lo desideriamo con tutto il cuore. Proviamoci; da perdere, credetemi, non abbiamo nulla, ma sarà tutto di guadagnato.

Concludo con questa citazione:
Non avere mai paura di tentare qualcosa di nuovo. Ricorda: dei dilettanti costruirono l’arca mentre il Titanic fu costruito da professionisti.
 (Dave Barry)

Buon mondo migliore a tutti noi!

 

 

 

Condividi su: