Home>Blog>L’albero della vita.
Blog

L’albero della vita.

L’albero deve attingere in basso le qualità che poi fioriranno in alto,
sviluppando in basso, quelle che poi diventeranno in alto delle qualità spirituali.Non può esistere un fiore o un frutto sano con delle radici malsane.

L’energia che noi assimiliamo mangiando un buon frutto o annusando il profumo meraviglioso di un fiore, viene in realtà dalla terra, dalle radici sotto terra.
In un certo senso l’albero ci da dei fiori e dei frutti grazie al fatto che attinge energia in basso: se non ha le radici, non può avere neanche i fiori e i frutti!

Dobbiamo sviluppare in basso le qualità che poi vanno in alto, e noi non possiamo avere in alto le qualità che non prendiamo dal basso….
Ad esempio: se vedo una persona che in questa vita è scaltra, la scaltrezza trasportata in alto che cosa diventerà?
Diventerà Saggezza! Acume! Profondità!

In un certo senso la parte bassa dell’albero è egoista, non dà nulla, succhia….prende, è come un bambino: egoista ma in modo sano.

Le radici non sono fatte per dare, ma per prendere, ma i fiori e i frutti danno…..

Quindi l’albero della vita può dare qualcosa in alto grazie al fatto che in basso ha preso.

Shakespeare disse: “Sappiamo ciò che siamo, ma non sappiamo quello che potremmo essere”.

Sappiamo ciò che siamo nelle radici, ma non abbiamo idea di quello che potremmo essere nella grandezza dell’Immensità che è in noi, a livello di Spiritualità e non di futuro, ma inteso come elevazione di Coscienza, inteso come queste radici daranno questi fiori e questi frutti.

Prendiamo l’esempio della vita di Maria Maddalena: trasformò una vita da prostituta a una vita da mistica, nella stessa vita.
Dandosi per denaro, ha comunque sviluppato la capacità di darsi incondizionatamente trasformando in qualità in alto ciò che in basso non si poteva pensare che accadesse.
Questo fa capire che troppe volte ci limitiamo a ciò che vediamo in superficie, proprio perché il nostro livello di Coscienza è basso, ma un Maestro guarda oltre, al di là del tempo.

Chi è colui che non può evolvere, visto che anche una semplice prostituta riesce ad evolvere?
Il TIEPIDO!
Colui che non ha sostanza, colui che ama tenere il piede in due staffe, colui che non sceglie, perché gli manca il coraggio di scegliere.

Il Maestro vede quello che già sei, cioè vede le qualità e cosa potenzialmente sarebbero diventate.
Le qualità apparentemente negative diventano qualità elevatissime; e nella società, nella tiepidità attaccata all’immagine, le reali qualità vengono messe da parte, non vengono valorizzate né considerate.

Se non hai qualità interiori, puoi fare tutti i corsi per elevare la coscienza ma rimani fermo, non evolvi, perché le tue radici non si stanno nutrendo di autenticità, di coraggio, di valori.

Il vedere di un Maestro va oltre, e le persone se ne accorgono quando un Maestro le scruta.

Bisogna capire che niente in noi è sbagliato, tutto concorrerà alla fioritura.
La società vede solo le radici dell’albero, ma tutto in noi concorrerà alla fioritura.

L’albero della vita è l’albero della nostra vita, la quale, fluendo con la crescita naturale di quest’albero, ci porterà ad emergere in tutto ciò per il quale siamo stati creati: nella Coscienza Universale!

La buona comunicazione:
è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore)
Sito: www.coemm.org
Facebook: facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage/
Yuotube: youtube.com/channel/UCPeEGg5tKdoyOPK–mGE5Yg

 

Condividi su:

One thought on “L’albero della vita.

  1. Bellissimo articolo, l’albero della vita, siamo tutti interconnessi ,l’ambiente è il nostro specchio , scriverei x ore ,buddismo, , realtà, mondo migliore, PVU, forza ,siamo sulla strada maestra ,nessuno ci ferma più , il cambiamento sta avvenendo in modo sublime, grande MAU!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *