Home>Blog>Cronaca>Via dedicata a Carabiniere Eroe – Dorno (PV)
Cronaca

Via dedicata a Carabiniere Eroe – Dorno (PV)

In quel fatale suo ultimo giorno del 1905, un giovane appena ventenne Real Carabiniere a cavallo, Angelo Rognoni, ebbe la peggio in un’imboscata  cadendo da Eroe. Non esiste luogo che possa oscurare la Luce di chi perde la propria vita per onorare l’Arma cadendo come patrio Eroe. Questo giovane chiamato al dovere dalle risaie del pavese nel caldo territorio alle falde dell’Etna,  oggi, riceve una speciale commemorazione di due vie intitolate a lui: una in Adrano (CT), naturalmente e, l’altra, a Dorno (PV), ove crebbe.

Oggi, 29 luglio 2018, veniamo invitati dal nostro Capitano di Dorno Rudy Condoluci (che ha la sede della sua attività di gastronomia naturale MENS@SANA proprio nella via intitolata al giovane eroe) ad assistere, nella piazza del  Municipio, a  una toccante cerimonia musicale della fanfara del 3° RGT CC Lombardia, avendo avuto così  l’opportunità di conoscere ed intervistare la  D.ssa Maria Rosa Chiesa, sindaca di Dorno.

Come è nata l’idea di dedicare una via a questo eroe?

“E’ nata perché alcuni nostri concittadini, in vacanza in Sicilia, ci hanno segnalato che ad Adrano veniva ogni anno commemorato questo Carabiniere, che aveva dato la vita in questa azione di brigantaggio. Era di Dorno.. nato a Dorno e qui non aveva nulla di dedicato, se non relegato a una viuzza laterale e pure con i dati anagrafici sbagliati! Perché non riconoscergli il giusto merito qui a Dorno, nel suo paese natale? Quindi abbiamo cercato di rivalutarlo intitolandogli il primo tratto di questa via, la via Lovese, più il piccolo tratto che c’era prima, aggiornato però con i dati corretti. Quindi è stato dare il giusto valore al giovane Carabiniere, morto lontano dal suo paese, che  giustamente lo merita anche da noi.” 

Intravede una ripresa nel nostro territorio?

“Questa è una domanda impegnativa che richiederebbe molto tempo.

Secondo me, la ripresa di un territorio dipende anche, a mio avviso, da un contributo sovra comunale dell’Amministrazione, nel senso che occorre fare rete, una rete di iniziative che tutti i comuni dovrebbero mettere in atto, per fare in modo che questo sviluppo economico , agricolo, degli artigiani e piccoli commercianti, possa avere uno sbocco.

Noi nel nostro piccolo, abbiamo creato questa iniziativa dello Sportello Lavoro, che accomuna 7 comuni, con Dorno capofila, e che attraverso la collaborazione con le imprese ed i contatti con le associazioni di categoria, si possa  capire quali sono le esigenze e dare il nostro contributo per i giovani che vogliono entrare nel mondo del lavoro. Un obiettivo non facile da raggiungere, ma ci stiamo provando.

Bisogna andare oltre per capire.

Occorre andare oltre al di là della visione singola, uscire dall’egoismo, uscire dal proprio guscio e cercare di coinvolgere altri Comuni per vedere insieme di aiutare questo territorio, così tanto martoriato.  Perché quello che arriva in Lomellina che dà lavoro è in negativo, perché è vero che si dà lavoro, ma a discapito dell’ambiente e del territorio. Avete capito quello che voglio dire!!”

Certo che abbiamo capito!!.. Siamo perfettamente d’accordo con Lei!!

In Lomellina e soprattutto alle porte di Dorno c’è un’industria che produce fanghi, che vengono distribuiti con il loro carico di veleni e metalli pesanti nei terreni agricoli, per mezzo di aziende compiacenti mettendo tutto ciò a carico dell’ambiente e a discapito della salute dei cittadini e dello stato di salute della nostra Madre Terra!!

Ma NoiSi, popolo dei CLEMM,  che seguiamo il Progetto COEMM, sosteniamo da 3 anni la battaglia dell’agro ecologo Prof. Giuseppe Altieri per un’agricoltura biologica ed ecologica  amica della salute dell’uomo e del Pianeta Terra.

Supportiamo anche  gli studi di Impatto Ambientale ed Alimentare sulla Funzione Riproduttive Maschile del Dott. Luigi Montano con ECOFOOD FERTILITY, il quale ha dimostrato che  esiste un nesso scientifico tra inquinamento ambientale e salute dell’uomo.  Purtroppo, la fertilità maschile è in forte calo (solo il 30% dei maschi europei ha una qualità ottimale degli spermatozoi).

AIUTACI ANCHE TU NEL CAMBIAMENTO VERSO UNA SALUTE CONSAPEVOLE!!

Nadia Scalella  e Gian Luigi Savini

BLOGGER Pavia del Progetto COEMM

 

https://www.facebook.com/CFP-Blogger-222644711705372/

http://www.coemm.org/

https://www.facebook.com/blogcq24italia/

https://www.italiaseitop.me/portale/cms/index.php/it/

 

https://www.youtube.com/watch?v=ax1S60SRbdQ   video del Prof. Giuseppe  Altieri – evento CLEMM Toscana

https://www.youtube.com/watch?v=Vo5E0RBFPIg   Video Ufficiale di EcoFoodFertility. SALUTE AMBIENTALE = SALUTE RIPRODUTTIVA.

Condividi su: