Home>Blog>Tecnologia>Il nostro talento? Lo mettiamo in campo… e in rete!
Tecnologia

Il nostro talento? Lo mettiamo in campo… e in rete!

Da pochi giorni è online il sito dell’Associazione Clemm Lombardia, ne parliamo con il Segretario Regionale Marco Bernardoni.
Da che cosa nasce l’esigenza  di allestire  un sito per l’Associazione?
Il 25 maggio è entrata in vigore la nuova legge sulla privacy, il GDPR. Dopo un esame di quanto richiesto da questa nuova e complessa legge, ci siamo accorti che per essere in regola dovevamo cambiare in maniera significativa il modo di gestire sia i dati raccolti nel passato che quelli che avremmo raccolto nel futuro tramite gli eventi.
Dovevamo trovare un metodo funzionale tanto alla legge quanto a noi che ci permettesse non solo di eseguire la raccolta dei dati ma anche la loro gestione, il loro trattamento e la protezione stessa dei dati e che il tutto fosse conforme alla legge.
Quindi, come siamo soliti fare in occasione di scelte o decisioni importanti, io Dario e Vittoria, ci siamo riuniti con l’intento di trovare una soluzione.
Abbiamo valutato diverse possibilità diverse idee e/o soluzioni, da affidare tutto ad una azienda esterna piuttosto che inserire delle figure professionali nel nostro organico.
Ma per esigenze organizzative economiche e gestionali abbiamo poi deciso di realizzare un sito che avesse determinate caratteristiche specifiche e che a nostro giudizio desse risposta a tutto quello che ci serviva.
Per essere ancora più sicuri della nostra scelta ci siamo anche confrontati con un consulente specializzato in questo settore che, una volta ricevuto il quadro della situazione ha confermato la nostra idea del sito come una scelta vincente.
Quanto tempo e quante risorse ha richiesto la sua attuazione?

Una risposta semplice e diretta sarebbe: “pochi e tantissimo”.
Le risorse economiche a disposizione della nostra associazione erano, come lo sono ora, a dir poco limitate. Ed è un fattore che entra in contrapposizione nel momento stesso in cui si decide di fare qualsiasi cosa. Abbiamo fatto una panoramica di ciò che il mondo dei web designer ci proponesse ma fin da subito fu chiaro che non avremmo avuto risorse da investire in tal senso.
Quindi, dopo un po’ di tempo di riflessione invaso da mille dubbi domande ed incertezze, più che altro sulle nostre capacità informatiche, abbiamo deciso di utilizzare il classico ” fai date che spendi meno”.
Ci siamo quindi limitati al solo acquisto degli spazi, in gergo del “Dominio (il nome) e del Hosting (lo spazio nel web)” utilizzando poi una piattaforma tra le più conosciute per la creazione dei siti.
Questa è stata la cosa più semplice. Il complicato è arrivato dopo perché nessuno di noi aveva conoscenze od esperienze nella costruzioni di siti. Il web però ha i suoi vantaggi per cui sono state impiegate diverse ore nella visione di video tutorial, nella lettura di articoli nei forum dedicati e nella ricerca di informazioni tramite le conoscenze altrui.
E questo ci ha permesso di avere le informazioni base per “arredare” il nostro spazio.
Ci siamo poi scontrati con un’ altra realtà.  Avevamo bene in mente il risultato che volevamo ottenere ma questo risultato non combaciava con le possibilità offerte dai pacchetti base. In pratica avremmo dovuto investire altre risorse economiche per arrivare al risultato che avevamo in mente.
Sono servite quindi un po’ di ore di lavoro e un po’ di rinunce per arrivare ad un risultato accettabile.

 

La realizzazione del sito ha uno scopo preciso in seno al Progetto Coemm?
Lo scopo principe del sito è, come si è detto, l’adeguamento al GDPR.
Nel contempo ci da la possibilità di sfruttare il sito per tante altre cose.
Riusciremo a dare un maggiore spazio visivo a tutti gli scritti di Maurizio, a tutte le riflessioni di Maura tramite gli spazi a loro dedicati.
Riusciremo a dare più visibilità alla nostra associazione e quindi al Progetto che seguiamo creando anche un legame con i vari social.
Riusciremo a dare maggiore visibilità a tutti i blogger della Lombardia attraverso una pagina a loro dedicata.
Poi abbiamo in mente molti progetti e molte modifiche che piano piano verranno inserite.
Giusto per dirne una inseriremo una pagina dedicata a tutti i progetti proposti dai Clemm della Lombardia, o ancora, avremo un servizio di newsletter con cui riusciremo a coprire capillarmente tutti gli iscritti con i post, le riflessioni e le novità.
Di idee ne abbiamo tante e col tempo le realizzeremo

 

 

Ringraziamo Marco Bernardoni che ci ha illustrato la filosofia che ha ispirato la creazione del sito dell’Associazione  e con lui l’intero  Staff Regione LombardiaDario Anticoni e Vittoria Aversa  per la presenza assidua  , l’impegno generoso e la disponibilità costante ad ascoltare e  soddisfare le esigenze dei Clemm della Regione.    Grazie ragazzi!

 

Roberta Rebella

 

 

La Buona Comunicazione:
è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto, Presidente e Maurizio Sarlo, Fondatore)
Info: www.coemm.org
facebook.com/COEMMeCLEMM

Condividi su:

4 thoughts on “Il nostro talento? Lo mettiamo in campo… e in rete!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *