Home>Blog>Sport>Sul podio all’Ecomaratona del Chianti applaudiamo Thomas Boland
Sport

Sul podio all’Ecomaratona del Chianti applaudiamo Thomas Boland

 

La Maratona: una prova sportiva dal fascino antico, prova che testimonia la costanza, la preparazione, la resistenza fisica di un atleta, con un sapore che rievoca eroismi e miti lontani.

Un ulteriore grado di difficoltà, tra le diverse tipologie di questa disciplina, è presente nelle trail marathoncioè quelle che si corrono sui terreni impervi nelle zone collinari o di montagna.

 

Nell’affascinante cornice del Chianti senese , a Castelnuovo  Berardenga, si svolge l’Ecomaratona del Chianti, giunta alla sua dodicesima edizione: un inimitabile  percorso che si snoda  in un panorama incantevole  tra le  colline di  ulivi  e filari di vigne  ed  il cui tempo di percorrenza richiede ,  in questa situazione impervia , irregolare, sterrata e campestre, un aumento  del 30% rispetto ad un tracciato cittadino di una maratona classica .

 

 

 

 

In questa dodicesima edizione sale sul podio, terzo classificato, Thomas Boland; di lui colpisce la giovane  età: un sorridente ragazzo ventottenne che unisce alla notevole preparazione atletica un equilibrio , una forza di carattere ed una maturità intellettuale insolita per la giovane età,  come insolito è il fatto che un giovane si appassioni a questo sport  poco chiassoso  che richiede comunque  metodo,  costanza e rigore non solo fisici.

Diploma_9702_205

 

 

Chiacchierando con Tom  apprendiamo che corre dall’età di venti anni, anche se già da bambino aveva  percepito questa inclinazione , quasi un richiamo, per la corsa sulla lunga distanza, che poi si è sviluppata unendosi ad un senso di curiosità e di avventura che lo ha spinto a prove sempre più impegnative e   quasi avventurose spesso a stretto contatto con  luoghi e  scenari  di  maestosa  natura.

 

 

 

 

 

 

Tom, come svolgi il tuo allenamento , in che modo ti prepari per le maratone o per le corse a lunga distanza    che spesso superano i 100 chilometri?

Partecipo  a gare di lunga distanza circa 5 o 6 volte all’anno, mi alleno a Londra, dove vivo, ogni giorno vado e torno dall’ufficio di corsa, percorro circa 25 chilometri al giorno, all’interno della città ma attraversando comunque grandi parchi, con molti alberi, non proprio in mezzo al traffico, si può dire che più che  considerarlo un allenamento si tratta  di corsa come   “trasporto “ .

 

Che cosa ti affascina di questo tipo di sport, che segreti , o che consigli hai da suggerire?

Mi piace più che altro l’aspetto mentale, per me è un modo per rilassarmi; alcuni praticano lo yoga, altri dipingono o suonano uno strumento, per me questo è il modo per rilassarmi; quando corro per 110 chilometri in ambienti molto impegnativi, come sulle Dolomiti o sulle Alpi in Francia o in Austria, per me è una disciplina che forgia il pensiero, non ascolto mai musica, non ho compagni con me, la mia mente,  rimango in compagnia dei miei pensieri. Il consiglio? Solo quello di divertirsi correndo, deve essere un piacere, non deve diventare un lavoro, se devi impegnarti troppo, se diventa troppo pesante, fai qualcosa d’altro che ami.

 

In questa filosofia, di ricerca di sé stessi e di avventura, il blog di Tom si chiama Ikigai Quest … termine giapponese che indica , come lui stesso spiega, la  ricerca della ragione per cui al mattino ti alzi, la tua ragione di vita…

 

 

Grazie Tom per la chiacchierata,  un grosso in bocca al lupo per le tue corse e sfide  future  ed un  arrivederci al prossimo anno per questa Ecomaratona che tu  consideri ,  per aver vissuto qui per molti  anni,      ‘la tua gara a casa’

 

 

 

 

 

Roberta Rebella

 

 

 

La Buona Comunicazione:
è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di
bloggers che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto
Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi su:

2 thoughts on “Sul podio all’Ecomaratona del Chianti applaudiamo Thomas Boland

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *