Home>xRegioni>Lombardia>Il Gemello Scomparso
Lombardia Salute

Il Gemello Scomparso

L’importanza del gemello nella vita dell’individuo viene ben sottolineata nella  riflessione di Maura Luperto e mi rimanda alla sindrome del Gemello Scomparso, un tema caro alle Costellazioni Familiari , una delle tecniche che ci aiutano nel cammino verso il nostro BenEssere, che prende in considerazione le interazioni del sistema famiglia/clan  con l’obiettivo di reintegrare i tasselli mancanti e  riportare ordine nel sistema.

Ne parliamo con Emanuela Lovati,   Facilitatrice di Costellazioni Familiari Spirituali e Biocostellazioni,  formatasi alla scuola di Attilio Piazza e Gabriele Policardo:

“Le Costellazioni Familiari sono un metodo di presa di coscienza per arrivare alla  risoluzione di diverse problematiche derivanti da un ‘passato’ che talvolta non conosciamo con l’obiettivo di unire e riconciliare.

Nella pratica di  questa tecnica può capitare di imbattersi  in situazioni di sofferenza o di estrema difficoltà di relazione che apparentemente non hanno spiegazione nella vita dell’individuo e che spesso sono riconducibili alla sindrome del gemello scomparso. 

Durante la gravidanza, con una frequenza di una su dieci, può capitare che si formino più embrioni e che entro i primi tre mesi vengano espulsi o riassorbiti o mummificati nelle pareti dell’utero, senza che la gestante abbia il minimo disturbo o segnale.

Questo provoca la separazione dal  primissimo contatto più stretto, contatto fisico all’interno del grembo  materno, cosa che può addirittura essere testimoniata da una lateralità di segni morfologici che ci portiamo poi nel nostro corpo fisico nel corso della nostra vita. 

A livello emotivo, questa esperienza prenatale sfocia in  un costante senso di incompletezza e di mancanza, che può manifestarsi in senso di impotenza, senso di colpa non motivato, una sorta di rabbia latente. Siamo costantemente in difficoltà nelle separazioni, anche per una partenza,  un semplice viaggio può farci provare una immotivata sensazione  di sgomento,  e ci può accompagnare  un continuo malessere o difficoltà nell’affrontare la vita; abbiamo dipendenze affettive,  un’attitudine ad occuparci in maniera ossessiva di chi può aver bisogno e la tendenza a rinunciare in favore di altri.

Possiamo avvertire costantemente  la sensazione che ci manchi qualcosa,  acquistiamo le cose doppie o comunque in eccesso, dal cibo,  agli oggetti,  al vestiario

Il giorno del nostro compleanno, poi, non riusciamo  a gioire  appieno, ma si percepiamo comunque  un sottofondo di malinconia…

Lo scopo importante nel lavoro su questa sindrome è quello di prendere consapevolezza che c’è una ragione ‘altra’ per il nostro senso di inadeguatezza,  non siamo noi sbagliati, ma il nostro legame primario profondo e spezzato  ha contribuito all’insorgere delle nostre difficoltà.

 

Le Costellazioni Familiari  in questo caso lavorano ad un diverso livello di coscienza, direi quasi ad un livello animico, attraverso un movimento verso il/i gemello/i per accomiatarsi da loro, onorando la loro memoria, dicendo ‘posso fare qualcosa anche per te’….  Ed elaborare quindi il nostro lutto.”

 

Uno su dieci, tra noi, si potrebbe trovare quindi in questa situazione….io per esempio ho tre spazzolini da denti….

Roberta Rebella

 

 

articoli del blog

La Buona Comunicazione:
è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto, Presidente e Maurizio Sarlo, Fondatore)
Info: www.coemm.org
facebook.com/COEMMeCLEMM

YouTube

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *