Home>xRegioni>Regionale>In Sardegna due impianti per la produzione di spirulina, il superfood del futuro
Regionale

In Sardegna due impianti per la produzione di spirulina, il superfood del futuro

Due impianti per la produzione di spirulina in Sardegna. I due siti di Milis e Arborea, nell’Oristanese, sono stati inaugurati dal gruppo Tolo Green, società che sviluppa e gestisce investimenti nel mercato dell’energia rinnovabile. Produrranno 15 tonnellate l’anno di microalghe di qualità per fini alimentari: si tratta di strutture tra le più grandi in Italia. “L’obiettivo è raddoppiare la produzione nei prossimi due anni e farli diventare tra le più grosse realtà a livello europeo”, ha sottolineato Andrea Moro, responsabile tecnico. Il progetto seguirà processi sostenibili al 100 per cento con impatto zero sul territorio. “La scelta di produrre spirulina, microalga che costituisce la fonte proteica a minor consumo idrico possibile, è coerente con la nostra filosofia”, sottolinea Gilberto Gabrielli, fondatore e Au di Tolo Green. Oltre alle alte rese la sua coltivazione è perfino sostenibile per l’ambiente. Un chilogrammo di microalghe trasforma nella propria biomassa fino a due chili di Co2. 150 kg di microalghe producono ossigeno come se fossero quattro ettari di bosco.

La spirulina ha trovato in Sardegna la situazione ideale

Il clima le permette di crescere quasi tutto l’anno. Un importante investimento per il territorio in termini di sviluppo economico e innovazione dei processi produttivi. Tra i primi micro organismi vegetali conosciuti sul pianeta la microalga è un’ ottima fonte di proteine, vitamine, sali minerali, acidi grassi insaturi. Ha notevoli proprietà: antiossidante, antinfiammatoria, disintossicante del fegato, favorisce la rigenerazione cellulare e tanto altro ancora. “Può essere utilizzata in numerosi processi produttivi – spiega Claudio Ledda, biotecnologo – nella nutraceutica, cosmetica, farmaceutica, zootecnia, agricoltura. Il settore di elezione però è quello dell’alimentazione umana”.

La spirulina entra a pieno titolo nel menù di un ristorante

“Da Renzo”, a Siamaggiore, sempre nell’Oristanese, la spirulina entra a pieno titolo nel menù di un ristorante: fregula e crostacei, filetto di pesce e dessert diventano tutti a base della microalga, a dimostrazione della sua versatilità in cucina. Questo superfood con caratteristiche nutritive di pregio ha già i suoi estimatori nei due Leoni del Benetton rugby, Tommaso Benvenuto e Marco Lazzaroni. “E’ gustosa ma anche preziosa per chi fa sport”, hanno detto assaporando le pietanze preparate dallo chef sardo.

http://notizie.tiscali.it/scienza/articoli/impianti-produzione-spirulina-sardegna/

Condividi su:
Redazione BlogCQ24
Articolo della Redazione BlogCQ24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *