Home>Blog>Politica>ET sbarcherà in Sardegna: “Ecco come scruteremo l’Universo dalla miniera di Lula”
Politica Regionale

ET sbarcherà in Sardegna: “Ecco come scruteremo l’Universo dalla miniera di Lula”

Per Virginia Puzzolo, candidata nella lista “dem” alle prossime elezioni europee, l’Einstein Telescope (ET) nascerà a Lula, in Sardegna. L’Isola del “silenzio” potrebbe anche essere la culla della “nuova agricoltura”. Visita all’ Open Campus Tiscali

“A Lula si potrebbe effettuare un investimento infrastrutturale che potrebbe consentire al Paese – e alla Sardegna in particolare – di ospitare una eccellenza mondiale nel settore delle di onde gravitazionali di terza generazione”, ha spiegato a Tiscali Notizie Virginia Puzzolo, candidata nella lista “dem” alle prossime elezioni europee. Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) stanno già da tempo sostenendo la sua candidatura ad accogliere l’Einstein Telescope (ET), centro europeo per le analisi delle increspature del tessuto spazio-tempo. L’Osservatorio dovrebbe nascere nella miniera dismessa di Sos Enattos di Lula. 

Einstein Telescope

Virginia Puzzolo

La Puzzolo, che conosce bene le logiche dell’Unione (è una funzionaria della Commissione e dirige un team che si occupa di ricerca aerospaziale), ne è persuasa: “Queste cavità hanno un tessuto geologico e minerario idoneo a ospitare gli impianti dell’Einstein Telescope che, senza tema di smentita, potrebbe diventare un polo di attrazione per scienziati di fama mondiale. Una attività che potrebbe entrare in cordata con le ricerche di Fisica Nucleare in sviluppo a Capo Passero, in Sicilia”. Il territorio può vantare altre caratteristiche difficilmente riscontrabili in Europa: il silenzio sismico (acustico ed elettromagnetico) dovuto a una bassa attività naturale e alle ridotte attività umane nelle vicinanze del sito, per esempio.

Il progetto per Lula (Nu)

Per la realizzazione di questo piano, sostiene l’esponente del PD, “sono necessari finanziamenti strutturali legati alla ricerca adeguati da parte dell’Unione Europea”. La Puzzolo, se eletta, si è detta pronta a garantire il suo impegno per la realizzazione del protocollo d’intesa siglato nel 2018 da MIUR, Regione, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e Università di Sassari. Il progetto è stato presentato lo scorso 7 febbraio 2018 a Roma alla ministra Valeria Fedeli dal presidente della Regione Francesco Pigliaru e dall’assessore della Programmazione Raffaele Paci, ricevuti al Miur insieme al presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Fernando Ferroni e al rettore dell’Università di Sassari Massimo Carpinelli.

Agricoltura e Start Up 

La Sede di Tiscali Spa e di Open Campus

Per la realizzazione dell’Osservatorio, l’UE ha in bilancio 500 milioni. La Puzzolo ha idee anche nel campo dell’agricoltura e delle start up. “L’agricoltura”, ha detto l’esponente del Pd, “sta affrontando una profonda riforma: le nuove tecniche di produzione stanno – ormai – cambiando il modo di coltivare. L’obbiettivo è quello di ottimizzare l’uso dei fattori produttivi a vantaggio del reddito degli agricoltori e dell’ambiente. “La Sardegna e la Sicilia potrebbero proporsi alla guida di questi  processi adottando gli strumenti offerti dall’Agricoltura di precisione”. Infine, ma non ultimo per importanza, “L’Ue dovrebbe”, sempre per la Puzzolo, che ha incontrato la community di Open Campus Tiscali, “aiutare chi vuole fare impresa assegnando contributi adeguati: per ridisegnare la mappa delle medie e piccole imprese di Sicilia e Sardegna”.

http://notizie.tiscali.it/politica/articoli/et-sbarchera-in-sardegna/

Condividi su:
Redazione BlogCQ24
Articolo della Redazione BlogCQ24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *