Home>Blog>Ambiente>MICRORGANISMI: Utilissimi alleati per la salvaguardia dell’Ambiente.
Ambiente Veneto

MICRORGANISMI: Utilissimi alleati per la salvaguardia dell’Ambiente.

Serata “G.A.S.”  ( Gruppo di Acquisto Solidale ) ad Albignasego PD  13 Giugno 2019.

Andrea Tosetto apre l’incontro mensile di Informazione e Formazione :

LA NUOVA EVOLUZIONE: I MICRORGANISMI EFFETTIVI  Cosa possiamo fare per ridurre l’uso di sostanze chimiche nel quotidiano? Con i microrganismi effettivi in modo naturale è possibile avere risultati sull’igiene della persona, la cura della casa, degli animali, delle coltivazioni e molto altro.

Presentata da Carlo Bertoncello.

 

I Microorganismi sono i più piccoli esseri viventi. Sono Batteri, Lieviti, Funghi, Alghe composti da una o più cellule.  Ne esistono milioni di tipi ( in un solo grammo di terra, ne vivono miliardi.. ) .

Trasformano innumerevoli sostanze in nutrimento per le piante, gli animali e per l’Uomo.

Sono la base per la vita

Ad esempio:

  • In un terreno dove predominano microorganismi di tipo anabiotico o rigenerativo, le piante crescono in maniera straordinaria, sono completamente sane e indenni da infestanti.
  • Nei terreni dove c’è predominanza di microorganismi degenerativi o patogeni, la crescita della vegetazione tende ad essere scarsa, le piante sono deboli e piene di agenti infestanti. Praticamente è impossibile farvi crescere qualcosa senza l’aiuto di prodotti  chimici e concimi artificiali.

Anche in condizioni estreme, è possibile rigenerare in breve tempo un suolo arido e portarlo in condizioni ottimali, apportando microorganismi rigenerativi.

Circa 40 anni fa, lo scienziato giapponese Teruo Higa, sviluppò una miscela di microorganismi positivi rigeneranti, in grado di riportare l’equilibrio in ogni spazio vitale.

Analizzando quasi per caso il comportamento, il contenuto e l’effetto sulla vegetazione, dei microrganismi usati per gli esperimenti, gettati via in uno stesso secchio, ebbe l’intuizione che portò alla scoperta della combinazione di colture chiamata EM (Effective Microorganism, in italiano Microrganismi Effettivi).

Scoprì che non erano solo le caratteristiche biologiche classiche delle singole specie di microorganismi a rivestire un ruolo importante, ma soprattutto le risonanze energetiche emesse dalla miscela.

Quando si parla di Microorganismi o batteri, l’immaginario collettivo solitamente riporta alla mente l’idea di aver a che fare con qualcosa di nocivo; al contrario i microorganismi utilizzati nella produzione di EM ( marchio registrato) sono costituiti solo da microorganismi sicuri usati intenzionalmente o non intenzionalmente sin dai tempi antichi.

I TRE GRANDI GRUPPI  di microorganismi:

  1. I microorganismi DEGENERATIVI , DISTRUTTIVI.     I loro prodotti metabolici sono le ossidazioni.  Sono responsabili della putrefazione, decomposizione, degenerazione.
  2. I microorganismi RIGENERATIVI, COSTRUTTIVI, FERMENTATIVI.  I loro prodotti metabolici sono antiossidanti, i quali sono alla base della salute del suolo, delle acque, delle piante, degli animali e dell’uomo.
  3. I microorganismi NEUTRI.  Rappresentano il maggior gruppo.  Questi microorganismi sono opportunisti, adattando il loro carattere metabolico: rigenerativo o degenerativo, a seconda del gruppo dominante.

 

I Microorganismi Effettivi ( EM ),  consistono in una miscela liquida contenente diversi tipi di microorganismi che coesistono fra loro generando effetti benefici in molteplici campi di utilizzo ed in maniera totalmente fisiologica. La loro coesistenza è possibile perchè si nutrono di principi metabolici gli uni con gli altri. 

Nella miscela, sono contenuti:

Questi microorganismi sono impiegati da tempo nella produzione alimentare di vario tipo e sono, in una composizione ottimale, utilissimi.  Gli EM sono privi di qualsiasi manipolazione di tipo genetico.

La perfetta simbiosi degli EM, produce una forza rigenerativa che in ambienti diversi sviluppa degli effetti sorprendenti.

L’insieme di 80 svariati ceppi di Microorganismi, ha come conseguenza un effetto rigenerativo, costruttivo e antiossidante.

 

I tre campi di azione degli EM: 

  • Aumento della popolazione dei microorganismi
  • La fermentazione che scatena una serie di attività che portano all’anti-ossidazione del metabolismo.
  • La trasmissione della risonanza magnetica

 

Riassumendo:

Gli EM liberano dalla materia organica delle sostanze bioattive, che  reagiscono  in modo anti-ossidativo e stimolano la vitalità energetica.

Evitano la putrefazione, gli odori sgradevoli e altri processi degenerativi.

Con il loro uso si aiuta l’ambiente a recuperare il processo rigenerativo e costruttivo.

 

In commercio ci sono diversi prodotti a base di Microorganismi Effettivi. 

Possiamo anche autoprodurli usando ingredienti e lavorazioni consigliate nei vari siti di aziende che si occupano di EM.

 

CAMPI D’IMPIEGO DEGLI   EM:

  • ALLEVAMENTI
  • AGRICOLTURA
  • PROTEZIONE AMBIENTALE
  • GIARDINO E PIANTE DI CASA
  • ANIMALI DOMESTICI
  • CASA
  • EDILIZIA
  • STAGNI E ACQUE

Gli EM sono un prodotto polivalente;  un miscuglio di microorganismi presenti in natura.  Con essi diventa possibile sanare ( rigenerando ) un ambiente malato.

Usando ad esempio gli EM nelle pulizie di casa,   IGIENIZZEREMO  il nostro ambiente in modo naturale.  

Un grazie  Carlo Bertoncello  che, oltre che averci parlato di Microorganismi Effettivi, gentilmente ci ha fornito materiale divulgativo.

Altre info:

Dr. Teruo Higa   ” Microorganismi Effettivi”. Una rivoluzione che cambierà il modo.

Anne Lorch: Guida pratica ai microorganismi effettivi. Un’opportunità per la nostra terra

 

La Buona Comunicazione:
è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano e seguono le linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore).
Per Info:
http://coemm.org

http://facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage

 

https://www.youtube.com/channel/UCPeEGg5tKdoyOPK–mGE5Yg

                                              

 Doretta Tiepolo

Per sfogliare tra i miei articoli clicca sull’immagine:     

 

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *